Coworking/incubatore

Gli Incubatori di impresa sono spazi attrezzati finalizzati a favorire la creazione e lo sviluppo delle piccole e medie imprese, nati in Italia negli anni ottanta, dapprima nelle regioni del Nord, per poi diffondersi su tutto il territorio nazionale. Nella fase iniziale della loro nascita, gli incubatori di impresa erano, in molti casi, “generalisti”, cioè non avevano una precisa vocazione produttiva, ma rispondevano, in termini di servizi e finanziamenti, alle diverse sollecitazioni che provenivano dal territorio, agendo, alcune volte, come elemento di sollievo economico ed occupazionale a situazioni di crisi. Con il passare degli anni e con la rivalutazione del concetto di distretto o proto distretto industriale, gli incubatori hanno assunto l’importante ruolo di struttura di analisi e rilancio dei sistemi produttivi, per cui la loro attività si è sempre più inserita nelle vocazioni produttive dell’area di competenza, apportando un importante valore aggiunto in termini di creazione di nuova imprenditoria e di innovazione delle imprese esistenti. Sono nati, quindi, incubatori fortemente specializzati nei settori collegati alle emergenze produttive del territorio: Incubatori universitari specializzati nell’high tech; Incubatori localizzati nei centri storici delle Città, con una specializzazione nel recupero e nel rilancio delle tradizioni artigianali e culturali; Incubatori agroindustriali; Incubatori ambientali. L’Incubatore offre al neo imprenditore ed al sistema socio–economico di sua pertinenza l’ambiente idoneo per la nascita e la qualificazione di attività imprenditoriali: dalla struttura fisica che ospita la nuova impresa, con moduli adeguati alle sue esigenze in termini di spazi e di logistica, ai servizi finanziari e di consulenza, alle aule tecnologiche e di formazione, alla sala convegni. L’imprenditore che nasce e si sviluppa all’interno dell’incubatore ha, pertanto, il vantaggio di crescere in un contesto culturale favorevole, con importanti elementi di contiguità e di prossimità, in modo particolare per quanto riguarda la presenza di altre imprese, anche dello stesso settore di appartenenza e degli stake holders del mondo imprenditoriale, della finanza e della ricerca, tutti elementi, questi, decisivi per la diffusione di una cultura dell’impresa che poggia su basi solide e condivise. (Da "impresa&territori")